Blog

'Bubble' di Steven Soderbergh, USA 2005

Postato il 25/07/2006
Blog >>

Parliamo di 'Bubble', ambientato in Ohio, primo di una serie di sei lungometraggi, che avranno come location altrettante regioni degli Stati Uniti
Per chi non lo sapesse Bubble, assieme alle prossime cinque produzioni, fa parte di un progetto che prevede l'uscita dei film al cinema, in dvd e tramite la pay-per view in contemporanea. (Si parla di USA)
E' un progetto ambizioso, ma è anche vero che, per esempio, il dvd inizialmente potrà essere acquistato esclusivamente nelle sale che proietteranno il film.

In una spoglia cittadina statunitense, il giovane Kyle e la più matura Martha, lavorano come operai in una fabbrica di bambole.
La loro amicizia viene destabilizzata dall'arrivo di Rose, giovane ragazza madre assunta per evadere un grosso ordine di bambole.

Kyle è un ragazzo ingenuo, sognatore, sempre gentile e disponibile.
Martha cerca sempre di dare il suo aiuto agli altri, di mostrarsi disponibile, anche se il suo atteggiamento risulta invadente, mentre la sua vita ruota attorno alla fabbrica, il cibo e ad un padre malato.
Rose ha altre priorità: una figlia, un bisogno costante di soldi e per questo studia gli altri, per capire cosa può ottenere, dove può arrivare.

Budget contenuto, attori non professionisti, scenografie essenziali sono i cardini del film.
Paesaggi grigi e poveri, descrivono alla perfezione la realtà nella quale il regista ci sta calando.
La fabbrica di bambole che, paradossalmente a ciò che produce, diviene un luogo inquietante, una fabbrica che nasconde vite umane.
Bubble ci mostra una realtà, non ci da soluzioni o interpretazioni, ci sbatte solo in faccia un mondo, dove le vittime non sono esclusivamente vittime e i carnefici, a volte scordano di esserlo.
Perfetta la Martha della situazione, che in una delle ultime inquadrature, mostra un primo piano di intensa umanità, che si fonde col mostro che forse ognuno di noi si porta dentro.

Dello stesso regista ricordo altri film conosciuti: 'Traffic', 'Sesso, bugie e videotape', 'Erin Brockovich', 'Ocean's Eleven', Ocean's Twelve' ed 'Eros', composto da tre episodi, rispettivamente di Antonioni, Wong Kar-Wai e Sodenberg.



Ultima modifica: il 23/03/2007 alle 17:42

Indietro